Cattedrale di Capodistria, il duomo dell’Assunta e di San Nazario

di
Campanile della cattedrale di Capodistria © Andrea Lessona

Campanile della cattedrale di Capodistria © Andrea Lessona

Dal campanile della cattedrale di Capodistria, guardo la città dabbasso: un infinito declinare di tetti e strade verso il mare, proprio là, dove l’acciaio e il cemento del porto entrano nel blu dell’Adriatico.

Sono arrivato sin quassù, sfidando uno a uno le centinaia di scalini che formano i quattro piani della torre romanica per vederla da dentro e ammirare una delle campane più vecchie della Slovenia.

Costruito nel XII secolo, il campanile fu usato come punto di osservazione per secoli. Poi nel XVII secolo, fu dotato di cuspide. Sorge a lato della cattedrale di Capodistria, principale luogo di culto cattolico della città slovena.

Madonna cattedrale di Capodistria © Andrea Lessona

Madonna cattedrale di Capodistria © Andrea Lessona

Edificato nel 1187, quando il centro diventò sede vescovile, la chiesa è dedicata all’Assunta e a San Nazario. Diventata duomo, sorge sin da allora sulla piazza principale della città dove si trovano anche il palazzo Pretorio e quello della Loggia

Ristrutturata diverse volte, la cattedrale di Capodistria ha una facciata che risale al XV secolo con archi ogivali in stile gotico-veneziano nell’ordine inferiore, mentre il quello superiore spicca un rosone affiancato da pilastri scanalati.

Sulla parete settentrionale, risaltano i due portali scolpiti del XVI secolo – uno tra i lavori più preziosi realizzati dalla famiglia Lombardo. L’interno del duomo dell’Assunta e di San Nazario, invece, è tipicamente barocco.

Nella cattedrale di Capodistria, sono custoditi diversi lavori di artisti veneziani tra cui la “Madonna col Bambino e Santi” e la “Madonna in trono con Santi”, oltre al sarcofago di San Nazario del XIV secolo.

L’oggetto sepolcrale del patrono della città slovena si trova sull’altare maggiore del duomo. L’opera, realizzata molto probabilmente da Filippo De Sanctis, sembra risalire al IVX secolo.

Tra le particolarità della cattedrale di Capodistria c’è anche il suo prezioso tesoro: una cassetta in avorio del IX secolo e numerosi pezzi di oreficeria che vanno dal XV al XVII secolo.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Cattedrale di Capodistria, il duomo dell’Assunta e di San Nazario"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...