Ponte dei Calzolai di Lubiana, il tappeto selciato

di
Ponte dei Calzolai di Lubiana © M Staples

Ponte dei Calzolai di Lubiana © M Staples

Tappeto selciato in pietra, il ponte dei Calzolai di Lubiana attraversa elegante il fiume Ljubljanica. Figlio moderno del genio creativo di Jože Plečnik, è eredità antica di una struttura medievale.

La prima gittata di cui si ha memoria nella capitale slovena risale al Duecento: è quello il periodo in cui una passerella in legno, larga e robusta, univa l’area di Tranča e l’odierna piazza Jurčičev trg.

Sul vecchio ponte dei Calzolai di Lubiana sorsero delle capanne di artigiani da cui la struttura prende nome: Čevljarski o Šuštarski most in sloveno. Facevano un lavoro nobile, ormai quasi scomparso, riparando scarpe e calzari.

Mentre le loro ombre curve scorrevano riflesse nella Ljubljanica, questi uomini tagliavano e cucivano protetti dalla statua di Cristo. A quel tempo, si trovava sul lato meridionale della gittata: oggi è custodita nella chiesa di Sv. Florijan (San Floriano).

Nel 1867 il ponte dei Calzolai di Lubiana costruito in legno venne sostituito con uno di ghisa. A crealo fu la fonderia di Dvor presso Žužemberk. Rimase lì per 65 anni Poi nel periodo tra le due guerre mondiali, si decise di spostarlo nelle zona degli ospedali.

Fu così che negli anni 1931–1932, un’ampia piattaforma di cemento attraversò il fiume della capitale slovena: il progetto della nuova gittata era stato disegnato dall’architetto Jože Plečnik.

Il ponte dei Calzolai di Lubiana divenne una piazza sopra l’acqua protetta da balaustri cilindrici da cui si innalzano sei paia di colonne per reggere il tetto progettato. Al centro, due candelabri danno risalto all’unico supporto della gittata.

Plečnik interrò le sponde ed eliminò le scale, trasformando la struttura in un tappeto selciato. Da lì al Tromostovje, il Triplice ponte, l’architetto mise un pianerottolo con dei “lavatoi” dove i salici, simbolo delle lavandaie di ieri, si chinano nell’acqua.

Danneggiate ed erose dal tempo, le balaustre del ponte dei Calzolai di Lubiana furono rimpiazzate nel 1991 da nuove copie, realizzate secondo il disegno di Plečnik. Purtroppo le colonne non sono fini come i capitelli originali, che oggi sono al museo di Architettura.

Durante i lavori di ristrutturazione, la struttura fu consolidata staticamente, la piattaforma superiore asfaltata e gli accessi selciati. Oggi, mentre la si attraversa, mercanti di strada offrono le loro mercanzie al ritmo melodico dei musicanti stonati.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Ponte dei Calzolai di Lubiana, il tappeto selciato"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...