Ponte di Napoleone a Caporetto

di
Ponte di Napoleone, Caporetto © Andrea Lessona

Ponte di Napoleone, Caporetto © Andrea Lessona

Dalla strada che costeggia un tratto dell’Isonzo, guardo il ponte di Napoleone superare le acque verdi del grande fiume: tremule e calme, continuano a scorrere vicino alla città di Caporetto.

Qui, dove la gola è più stretta, le due sponde erano unite da una gittata sin dai tempi antichi – un tratto d’ingegno umano costruito nei secoli per unire ciò che la natura aveva diviso nei millenni.

Distrutto nel 1616 dai Veneziani, quando era ancora di legno, il ponte di Napoleone fu costruito in pietra con una sola arcata nel 1750. Alcuni anni dopo fu superato dalle truppe di Bonaparte, in marcia verso Predil. E da allora prese il nome che conserva tutt’oggi.

Ponte di Napoleone, Caporetto © Andrea Lessona

Ponte di Napoleone, Caporetto © Andrea Lessona

Nel 1915, subito dopo l’entrata dell’Italia nella Prima guerra mondiale, i soldati austriaci in ritirata fecero saltare in aria la gittata. In questo modo le truppe nostrane si sarebbero dovute fermare e rinunciare all’inseguimento.

Nonostante l’azione si sabotaggio degli austriaci, i genieri dell’esercito italiano ricostruirono il ponte di Napoleone e ripreso l’offensiva. In pochi giorni lo realizzarono in legno. Dopo essere stato consolidato nel tempo venne rifatto in ferro.

Durante la Seconda guerra mondiale, questo breve tratto di cemento su cui cammino fu testimone di scontri cruenti per mano dei partigiani del territorio libero della repubblica di Caporetto.

Vicino all’arcata, da cui si vedono i resti della vecchia gittata, ci sono due iscrizioni commemorative che testimoniano quegli episodi efferati. Quando il secondo conflitto mondiale finì, il ponte di Napoleone fu usato per 15 mesi come valico di confine tra la zona A e la zona B.

Oggi è memoria sbiadita dal tempo e dall’asfalto sopra cui le macchine passano incuranti. E sotto, le acque dell’Isonzo continuano a scorrere tremule e calme vicino alla città di Caporetto.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Ponte di Napoleone a Caporetto"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...